Photo of Palace of the Circus

A ciamb’ de mosc’

Carissime,

anche quest’anno vogliamo farvi sapere com’è andata l’ultima campagna olive, darvi notizia dell’olio disponibile e raccontarvi qualcosa di noi.

Dal punto di vista sociale, la campagna è iniziata in un clima di diffusa serenità – maturata nell’ultimo anno grazie al percorso di introspezione e cura svolto dalle residenti di Urupia insieme a un’associazione di facilitatrici e una cerchia di amiche della comune – che ha accompagnato tutto il periodo di raccolta. Il gruppo che ha portato avanti la campagna era composto, oltre che dalle comunarde, anche da ospiti di passaggio di breve e lungo periodo, che come ogni anno contribuiscono in maniera determinante alla buona riuscita dell’”avventura”.

Il bel clima sociale non ha purtroppo rispecchiato il clima meteorologico, che per buona parte della campagna è stato fortemente variabile, con piogge, umidità e vento, rendendo difficile una certa continuità di raccolta. Per questo abbiamo scelto di adottare una strategia di lavoro che, in maniera bonaria, abbiamo ribattezzato “a ciamb’ de mosc’”, che nel dialetto di Bisceglie (paese da cui proviene uno delle ospiti che ha partecipato alla raccolta) significa “grossolanamente”. Ossia, non potendo sapere se giorno dopo giorno avremmo avuto condizioni climatiche a nostro favore, procedevamo velocemente su ogni albero. Questo ci ha permesso di portare a termine l’obiettivo che ci eravamo prefissate, lavorando sì di buona lena, ma anche con relativo sollazzo.

Dato che quest’anno i nostri alberi avevano poche olive, a causa della fisiologica alternanza produttiva delle piante, abbiamo raccolto per lo più da uliveti esterni alla Comune – uno in zona Maruggio, che cogestiamo da diversi anni, e uno in zona Carosino, in cui abbiamo già lavorato in passato – da alberi che producono principalmente coratina e frantoio. Le buone rese percentuali di olio, l’acidità che non supera lo 0,3% e i livelli bassissimi di perossidi ci hanno permesso di ottenere un olio fruttato medio, di ottima qualità, caratterizzato da equilibrate note di amaro e piccante e da una lunga conservabilità.

Nonostante l’aumento dei costi relativi alla produzione (carburante, imballaggi, spedizioni), grazie ai vantaggi derivanti dalle rese alte abbiamo deciso di non far ricadere gli aumenti sui nostri acquirenti, lasciando invariato il prezzo dell’olio:

Latta 5l 60€

Bottiglia 0,75l 10€

Come già sapete, il nostro olio non è filtrato, perciò prima di venderlo aspettiamo che decanti naturalmente nei tini d’acciaio; sarà pronto per la distribuzione a fine gennaio. A differenza degli anni passati, avendo a disposizione quantità elevate, non vi chiederemo di limitare i vostri ordini.

Un abbraccio a tutte e tante belle cose!

Le comunarde di Urupia

Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: