Dignidad Rebelde …aspettando la gira Zapatista

il

“La vita è una sorpresa che va celebrata tutti i giorni, a tutte le ore. E cosa altro c’è di meglio se non con balli, musica, arti.”

SupGaleano

Sabato 24 Luglio 2021 a partire dalle ore 18:00 la città vecchia di Taranto sarà invasa da una serie di attività organizzate dalla rete Puglia e Basilicata per il Chiapas in attesa che la gira zapatista sbarchi sulle nostre coste.
Nell’arco della serata si alterneranno momenti di approfondimento, momenti conviviali e d’intrattenimento, un momento dedicato ai bambini e alle bambine con la letture di favole zapatiste e l’assemblea generale aperta a tuttə lə presenti. Sarà un momento per far conoscere l’esperienza dell’autonomia zapatista, fondata sul principio del mandar obedeciendo, e per raccogliere fondi per l’accoglienza della carovana.
Questa serata nasce da un lungo percorso di incontri e scambi, iniziato dopo che -nell’ottobre 2020-l’EZLN ha annunciato il viaggio di una delegazione messicana nei cinque continenti per incontrare popoli lontani e diversi. Un viaggio per collegare ciò che ci unisce “da differenti, disomogenei, diversi, dissimili, ineguali e lontani angoli del mondo”. In questo che hanno chiamato “Viaggio per la Vita”, lə delegatə zapatistə incontreranno coloro che lə hanno invitatə a parlare delle reciproche storie, dolori, rabbie, conquiste e fallimenti. 

Nella loro dichiarazione hanno detto che sarebbero partiti dall’Europa, per ‘invaderci’ 500 anni dopo la presunta conquista di quello che oggi è il Messico e ripercorrere la storia a ritroso, ma “non per minacciare, rimproverare, insultare o chiedere. Non per domandare di chiederci perdono” per dire “che non ci hanno conquistato. Che continuiamo nella resistenza e nella ribellione.”

Appena saputa la notizia in Italia è stata convocata una prima assemblea pubblica per aprire la discussione ed avviare, in maniera plurale e condivisa, un percorso politico e di accoglienza per i compagni e le compagne zapatiste, è nata così LAPAZ: LIBERA ASSEMBLEA PENSANDO/PRATICANDO AUTONOMIA ZAPATISTA. In seguito sono nate varie reti territoriali come la nostra che ha riunito gruppi, associazioni, realtà e singole persone che vivono in Puglia e in Basilicata, alcune già si conoscevano e avevano lunghi percorsi insieme alle spalle, altre nuove, alcune simili, altre diverse, ma che, come nelle parole delle compagne e compagni zapatisti si sono riconosciute perché…

“facciamo nostri i dolori della terra: la violenza contro le donne; la persecuzione e il disprezzo delle diversità nelle loro identità affettive, emotive e sessuali; l’annientamento dell’infanzia; il genocidio contro i popoli originari; il razzismo; il militarismo; lo sfruttamento; il saccheggio; la distruzione della natura. La consapevolezza che è un sistema il responsabile di questi dolori. Il carnefice è un sistema sfruttatore, patriarcale, piramidale, razzista, ladrone e criminale: il capitalismo. La consapevolezza che non è possibile riformare questo sistema, educarlo, attenuarlo, limarlo, addomesticarlo, umanizzarlo. L’impegno a lottare, ovunque e in ogni momento – ognuno nel proprio campo – contro questo sistema fino alla sua completa distruzione. La sopravvivenza dell’umanità dipende dalla distruzione del capitalismo. Non ci arrendiamo, non siamo in vendita e non claudichiamo. La certezza che la lotta per l’umanità è mondiale. Così come la distruzione in corso non riconosce confini, nazionalità, bandiere, lingue, culture, razze; così la lotta per l’umanità è ovunque, sempre. La convinzione che sono molti i mondi che vivono e lottano nel mondo. E che ogni pretesa di omogeneità ed egemonia attenta l’essenza dell’essere umano: la libertà. L’uguaglianza dell’umanità sta nel rispetto della differenza. Nella sua diversità sta la sua somiglianza. La consapevolezza che non è la pretesa di imporre il nostro sguardo, i nostri passi, le nostre compagnie, i nostri percorsi e i nostri destini, che ci permetterà di avanzare, ma l’ascolto e lo sguardo dell’altro che, diverso e differente, ha la stessa vocazione di libertà e di giustizia.”

Enlace Zapatista (ezln.org.mx)

Qui l’evento su Facebook