Libertà vo cercando che è sì cara…

il

17 -20 AGOSTO

TRE GIORNI RESIDENZIALI DI PRATICA FILOSOFICA POLITICA

Non è forse la banalità del male ma siamo davvero così lontano? La pandemia della
separazione, che si aggira tra alti e bassi temporanei, ha messo radicalmente in discussione
la nostra sensazione di libertà, già limitata. Solo ora, nel frastuono della ripresa dopo due
chiusure d’autorità, ci rendiamo conto quanto quella precedente “normalità, nonostante…”
fosse per la gran parte di noi così libera dalla soggezione alle imposizioni legali “a fin di
bene”, dalla violenza angosciante e pervasiva dell’informazione medica specialistica,
dall’azione diretta nella mente e nei corpi delle persone ridotte a massa da un sistema
funzionale a domini sovranazionali e planetari. Un tassello fisico, un’estrema possibilità di
violazione di se stessi, di ciò che più ci lega a questo mondo- la nostra materia organica, il
nostro corpo- si è aggiunto per dare l’assenso alla disgregazione della nostra dignità umana
privata degli affetti, delle relazioni, del confronto, del sostegno reciproco.
E ora, che fare? Come rientrare nei margini violati della presunzione d’arbitrio individuale
e collettiva? Cosa ci resta di quella libertà degli uguali per la quale si spendono intere
esistenze nel tentativo di coltivare pratiche antiautoritarie, responsabili, attente al bene
comune, rispettose delle diversità, aperte alla conoscenza e al sapere in questo tempo di
omologazione volontaria?
Il percorso proposto parte dall’isolamento sperimentato da tutti e tutte in questi lunghi
mesi vissuti in contesti geografici e umani differenziati. Creando una situazione d’incontro
semplice, rilassante, autentica, vivendo un luogo fisico condiviso riprenderemo a guardarci
negli occhi, leggerci nelle labbra, ascoltarci da vicino.
Una pratica filosofica che possa aiutarci a trovare i sentieri interrotti e, forse, a farci
sentire ancora sulla pelle e nelle pieghe della mente e del cuore le emozioni rapite di un
orizzonte di libertà.

Il campeggio si svolgerà nei luoghi della comune Urupia con accompagnatori Giulio Spiazzi e
Thea Venturelli.

Il pernottamento sarà in tenda nell’area attrezzata: chi avesse particolari esigenze può mettersi in contatto.


Il contributo richiesto è di 150 euro comprensivi dei pasti.


Il termine ultimo per iscriversi è il 10 agosto.


Info: 3409110089 ( mandate un messaggio in caso di mancata risposta)
comune.urupia@gmail.com