Campagna “Amo la vite”  2 anni dopo

Alla nuova vigna… stiamo raccogliendo i primi frutti!

Ma torniamo un pò indietro perchè le nostre e vostre “amate” piantine hanno ormai due anni d’età e durante tutto questo tempo ci siamo prese cura di loro.

Nell’estate del 2014 abbiamo provveduto a legarle con la raffia alle cannette previamente inserite nel terreno per sostenerle nella crescita – o per farle arrampicare verso il cielo, se preferite.

Il 2014 è stato un anno difficile dal punto di vista climatico perché in primavera e in estate ha piovuto moltissimo, la peronospora ha proliferato e rallentato la crescita delle piccole piante. A dicembre ha anche nevicato ma… niente panico, nel 2015 la vigna ha visto un’esplosione di vitalità!

Da parte nostra abbiamo montato il filo del capo a frutto e il doppio filo per sostenere i futuri tralci, sistemato l’impianto di irrigazione, tolto l’erba a mano e con il decespugliatore intorno ad ogni pianta.

Abbiamo effettuato dei trattamenti a base di rame e zolfo per proteggerle da funghi, acari e altre malattie. Durante la pota verde (primavera-estate) abbiamo anche avvistato qualche piccolo grappolo d’uva, ma non era ancora il momento per pensare alla produzione.

La maggior parte delle piantine ora ha un fusto legnificato, spesso più di un dito e alcune sono diventate lunghe più di 5 metri.

Abbiamo impostato le piante a cordone, dando loro la forma che avranno per i prossimi decenni: che emozione! Si tratta di accorciarle, pulirle dalle diramazioni secondarie, piegarle rivolte verso sud e fissarle al filo di ferro di supporto.

Non dimentichiamo mai il sostegno ricevuto e l’entusiasmo trasmesso da tante e tanti solidali per questa avventura viticola, perciò abbiamo messo insieme alcune immagini della storia appena narrata.

Buona visione e tante belle cose.

Video:

 

Sorgente: Urupia – Arkiwi

kiwilogo

Annunci